3D print

Motori stepper (passo-passo)

Esistono diversi tipo di motori stepper (in italiano passo-passo),  che si dividono in tre grandi famiglie, magnete permanente, a riluttanza variabile oppure gli ibridi, i più comuni sono quelli a magnete permanente che pur essendo a bassa potenza sono i più diffusi nelle apparecchiature di uso comune, come stampanti, scanner, hard disk, floppy disk, ed ovviamente sono quelli utilizzati anche nelle stampanti 3d,  nelle fresatrici o nelle macchine al taglio laser ad uso hobbistico, non spiegheremo pertanto il funzionamento dei motori a riluttanza variabile ne tanto meno gli ibridi.

I motori stepper a megneti  permanenti possono essere unipolari oppure bipolari a seconda della tipologia degli avvolgimenti realizzati nello statore, la differenza sostanziale è che nei motori unipolari la corrente viaggia in un solo verso, mentre nei bipolari la corrente viaggia in entrambe le direzioni.

Di queste tre tipologie quelli maggiormente utilizzati dai maker sono i bipolari, perchè si trovano facilmente ed a costi irrisori i driver per pilotarli. In qualsiasi caso un motore passo-passo si muoverà sempre a scatti con una rotazione pari ad ogni suo passo, i comuni motori stepper da stampanti di tipo nema 17 (che è il formato) ovviamente bipolari, sono motori che fanno in genere 200 step per giro, quindi se facciamo 360/200 vediamo che ogni step corrisponde ad una rotazione di 1.8°, questa è la risoluzione del motore.

 

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 24 altri iscritti